Zen GeoTour!

Philippe ed Helga sono due geocachers di Bruxelles e insieme formano il tema DeepPurple con all’attivo quasi 2.700 found. E’ stata la loro prima volta in Sicilia, attirati dall’idea di fare il Sicily GeoTour. Ci raccontano la loro esperienza, che ha avuto anche qualcosa di zen.

Come avete deciso di fare il Sicily GeoTour?
Di tanto in tanto controlliamo la pagina dei GeoTour su geocaching.com. Alcuni mesi fa abbiamo visto che in Sicilia era stato lanciato questo nuovo GeoTour. Così abbiamo iniziato a preparare il nostro viaggio, a cercare tramite Internet gli alloggi e abbiamo scelto due posti in cui pernottare, uno nella parte orientale a Marina di Ragusa e l’altro vicino ad Alcamo. Così abbiamo passato dieci splendidi giorni nella Sicilia orientale facendo geocaching e visitando le città barocche. Poi ci siamo spostati ad Alcamo, che si trova ad una distanza intermedia tra le Riserve del GeoTour. Siamo stati dieci giorni ad Alcamo e abbiamo dedicato 5 giorni a cercare le cache del Sicily GeoTour. Abbiamo anche visitato posti interessanti come Erice e Mazara del Vallo, dove abbiamo addirittura fatto due FTF.

Eravate mai stati in questi luoghi?
No, è stata la nostra prima volta in Sicilia ed è stato un viaggio meraviglioso. Questo è il nostro secondo GeoTour: l’altro l’abbiamo fatto in Austria e ci ha tenuti impegnati per 6 settimane!

La più bella cache del Sicily GeoTour?
Tutte le cache della Riserva di Monte Cofano sono fantastiche. Questa Riserva è meno affollata rispetto allo Zingaro e i posti sono meravigliosi. Siamo stati seduti un’ora sulla panchina sotto il fico presso il Passo della Zita (GC60VP2). Un’incredibile esperienza zen!

La cache più avventurosa?
La maggior parte delle cache della Riserva della Ficuzza sono piuttosto avventurose. Bisogna viaggiare su stradine sassose. Niente di pericoloso, siamo riusciti a raggiungere tutte le cache con la nostra macchina 2WD, ma abbiamo dovuto fare attenzione a guidare piano.

Un episodio divertente capitato durante il Sicily GeoTour?
Il primo giorno che dovevamo viaggiare da Alcamo a Ficuzza abbiamo scelto la strada più breve. Google Maps ci indicava 1h22. In pratica abbiamo guidato per 2h30 per fare 55 km, poiché siamo finite su stradine sassose di montagna, con davanti un carro che trasportava fieno. Al ritorno abbiamo preso l’autostrada per Palermo, più lunga, ma molto più veloce.